centralina ably
centralina

Durante un incendio si liberano nell’ambiente fumo, gas tossici e irritanti, calore.

Il calore rappresenta il pericolo principale per le persone che si trovino nelle immediate vicinanze del punto di origine dell’incendio mentre fumo e gas prodotti dalla combustione minacciano la sicurezza delle persone presenti anche in zone più lontane dalla sede dell’evento.

La presenza di fumo riduce la visibilità, impedendo ai presenti l’individuazione e il raggiungimento delle uscite del locale. Ne risulta, quindi, un pericoloso rallentamento nella velocità di esodo;

L’esposizione ai gas tossici prodotti dalla combustione può inoltre determinare in breve tempo la condizione di inabilitazione, con parziale o completa inibizione dell’efficienza fisica e conseguente riduzione della capacità di fuga.

Le Barriere al Fumo Fanani Fire rappresentano un sistema passivo di protezione, certificato in conformità alla UNI EN 12101-1:2006, la quale specifica i requisiti prestazionali del prodotto, la classificazione e i metodi di prova per barriere al fumo.

In sede di test ne è stata verificata la conformità ed apportata la marcatura CE, che l'ha resa così utilizzabile all'interno delle opere civili ed industriali di tutto lo Spazio Economico Europeo.

La UNI EN 9494:2012 ne stabilisce i parametri di dimensionamento, definiti dal progettista in sede di progettazione.

E’ la soluzione ideale per la compartimentazione a soffitto di ambienti di grandi dimensioni esempio: aerostazioni, stazioni ferroviarie, centri commercial, centri logistici, stabilimenti di produzione ecc…

E’ disponibile in configurazione mobile ed in configurazione statica.

 

CLASSIFICAZIONE BARRIERE AL FUMO:

  • ASB1 Barriere al Fumo che si portano, a prova di guasto, in posizione di sicurezza con uno spiegamento massimo di 2,5m e con discesa controllata, anche quando tutte le fonti di energia primarie e ausiliarie sono rimosse, in caso di rottura dell'impianto elettrico, del sistema o di ogni combinazione di questi.
  • ASB3 Barriere al Fumo conformi al tipo ASB1, che possono essere dispiegate ad ogni altezza.
  • SB Barriere al Fumo Statiche.

 

Tipologie

  • Tenda TagliaFumo Mobile con Guide
  • Tenda TagliaFumo Mobile senza Guide
  • Tenda TagliaFumo Statica

 

Come funzionano

Si attivano solamente in caso di allarme incendio e/o per cessazione di alimentazione elettrica (black-out) per oltre 6 ore, pertanto la mancanza di alimentazione di rete non ne pregiudica il corretto funzionamento.

La barriera è dotata di sistema FAIL SAFE GRAVITY, progettata per garantire il corretto funzionamento non solo in presenza di allarme ma anche a fronte di eventuali guasti, elettrici:

  • Danneggiamento dell’unità di controllo
  • Interruzione dei cavi di collegamento

L'uso di questi sistemi permette di compartimentare aree in modo discreto e funzionale, dividendo spazi anche di grandi dimensioni e non contrastando con l'estetica complessiva della struttura su cui vengono inseriti contrariamente ad altri tipi di dispositivi già esistenti.

Le "Barriere al fumo" FANANI FIRE rappresentano un prodotto tecnico, innovativo e rivoluzionario all'interno del mercato della protezione passiva al fuoco.

Dimensioni

Unità di controllo

Fanani Fire


Caratteristiche

  • Indice di protezione > IP55
  • Alimentazione > 100-240 VAC 50-60 Hz
  • Uscita > 24 VDC
  • Batteria > 2 x NP 12V
  • Interfaccia seriale > RS 232

OPZIONALE

  • Modulo seriale isolato > RS 485
  • Seriale per coordinamento discesa > DCMc

 

La flessibilità del sistema CU-350 consente la programmazione in campo dei parametri di comando e di coordinamento degli operatori tubolari delle barriere fumo e calore:

  • da pannello operatore;
  • da P.C con programma apposito e interfaccia RS-232;
  • da supervisore remoto mediante comunicazione seriale multi punto.

CU-350 è telegestibile:

  • da P.C., PLC su pysical layer RS-323 o RS-485 con protocollo di comunicazione Modbus RTU.
  • tramite Wi-Fi o Ethernet mediante adattatore di interfaccia e protocollo Modbus RTU su TCP-IP.

Componenti

Cassoni di raccolta
Componenti

Progettazione in conformità alla UNI EN 9494

1. Scheda riassuntiva del progetto che indichi:
1.1 Nome del progetto e del progettista,
1.2 Elenco dei disegni e dei documenti con titoli, numero e indice di revisione, data di emissione,
1.3 Elenco dei componenti inclusi nel sistema con le relative specifiche,
1.4 Dichiarazione che il progetto il SENFC è stato progettato e deve essere installato in conformità alla presente norma, oppure che fornisca le informazioni di ogni scostamento dai requisiti della stessa e le relative motivazioni, sulla base delle informazioni disponibili;

2. Relazione tecnico descrittiva dettagliata per ogni locale da proteggere che indichi:
2.1 Consistenza degli impianti e suddivisione in compartimenti a soffitto,
2.2 Normativa di riferimento
2.3 Relazione di calcolo e dimensionamento dei componenti con dati di progetto e risultati dei calcoli
2.4 Criteri di scelta dei componenti (ENFC, barriere al fumo, ingressi d’aria, alimentazioni, ecc.),
2.5 Dimensionamento delle linee, elenco componenti (tipologia, specifiche di riferimento e prestazioni);
2.6 Schema funzionale a blocchi con la rappresentazione delle zone (compartimenti a soffitto) e la logica di funzionamento;
2.7 Disegni di layout del SENFC con le seguenti informazioni:
2.7.1 Orientamento della planimetria
2.7.2 Tipi e posizione ENFC,
2.7.3 Tipi e posizione barriere al fumo
2.7.4 Tipi e posizione ingressi d’aria
2.7.5 Tipi e posizione organi di controllo
2.7.6 Comando e alimentazioni,
2.7.7 Linee di collegamento,
2.7.8 Interfacce con altri impianti,
2.7.9 Sezioni rilevanti,
2.7.10 Legenda dei simboli utilizzati.

EUROSAFE ITALIA srl | 11, Via Due Portoni - 40132 Bologna (BO) - Italia | P.I. 03167831209 | Tel. +39 051 569536 | Fax. +39 051 6178944 | info@eurosafeitalia.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite